Most Popular


Serena Rutelli, parla il fidanzato Prince: "Entrambi adottati, la differenza d'età tra noi non conta"
Lei ha 29 anni e lui 21, ma la differenza d'età nella splendida storia d'amore tra Serena Rutelli e il ... ...





AFRICA/SUDAN - I leader religiosi africani condannano la brutale repressione delle proteste in Sudan

Rated: , 0 Comments
Total hits: 1
Posted on: 06/11/19
Khartoum – Sono 4 i morti del primo giorno di protesta a Khartoum per indurre il Consiglio militare transitorio, che ha rimpiazzato il Presidente Omar El Bashir ad aprile, a cedere il potere a un governo civile. Secondo fonti dell’opposizione, sono almeno 118 i morti dal sanguinoso blitz del 3 giugno contro il sit-in dei manifestanti a Khartoum. La protesta hanno portato alle dimissioni e all’arresto di Bashir ma la giunta militare che ha preso il potere non vuole cederlo ai civili.
La repressione delle dimostrazioni pacifiche è stata duramente criticata dall’African Council of Religious Leaders -Religions for Peace in una dichiarazione firmata da parte cattolica da Sua Eminenza il Cardinale John Onaiyekan, Arcivescovo di Abuja e Copresidente dell’ACLR-RfP. “Condanniamo la risposta del Consiglio militare di transizione alle proteste pacifiche in corso sulle strade di Khartoum. Il brutale uso della forza per disperdere i manifestanti pacifici a Khartoum è davvero scioccante e tragico” afferma il comunicato giunto all’Agenzia Fides che denuncia “le violenze fisiche, l'uso di munizioni letali, il prendere di mira i centri sanitari e la detenzione senza processo di attivisti e manifestanti alla ricerca di libertà di espressione”. “Siamo solidali con loro” affermano gli estensori del messaggio. “Facciamo appello ai militari sudanesi di fermare gli attacchi ai centri sanitari, sostenere lo Stato di diritto e liberare tutte le persone detenute senza processo”.
Il messaggio si conclude lanciando un appello al dialogo tra il Consiglio militare transitorio e l'alleanza dell’opposizione in Sudan per riportare la pace in Sudan e creare le condizioni perché di formi un governo che risponda ai bisogni della popolazione.

>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?